16 giugno 2018Francia Australia, che sarà diretta dall’arbitro uruguaiano Andres Cunha, si gioca alla Kazan Arena con calcio d’inizio alle ore 12:00 (italiane) di sabato 16 giugno: è valida per la prima giornata del gruppo C ai Mondiali 2018. E’ dunque arrivato il giorno dell’esordio dei Bleus, tra le nazionali più attese di questa rassegna iridata: un po’ per le assenze illustri, un po’ per lo sconfinato talento, la squadra guidata ancora da Didier Deschamps è tra quelle che potrebbero arrivare fino in fondo, ma questo gruppo adesso deve dimostrare di saper fare il salto di qualità tanto atteso, che per esempio non è arrivato per un soffio agli Europei. L’Australia è sostanzialmente una nazionale che punta a divertirsi: ovviamente arriva in Russia nel tentativo di prendersi gli ottavi, ma ha sempre qualcosa in meno rispetto alle altre avversarie.

Carr: In the film, there’s a taped deposition from Earl Lovick, who for many years was the plant manager at the vermiculite mine. He was a respected town leader. We watched hours of that tape, and although you can’t get to know someone through a taped deposition, you can certainly learn a little bit about his motivations.

Arrivato in America, investe i suoi guadagni come produttore di pellicole come Eye of the Storm (1991) con Dennis Hopper, Il tredicesimo piano (1999), il pessimo Arac Attack Mostri a otto zampe(2002) e Trade (2007) con Kevin Kline. Nel contempo, entra nel meccanismo cinematografico degli Studios, portando alla luce progetti come I nuovi eroi (1992), Stargate (1994, che avrà anche un telefilm Stargate SG 1 di cui sarà sceneggiatore) e il tanto conosciuto Independence Day Il giorno della riscossa (1996), che gli porterà un Saturn Award come miglior regista, ma anche una nomination ai Razzie Award per la peggiore sceneggiatura. Il pubblico americano non gli ha mai perdonato il pessimo discorso ricolmo di valori americani che fa pronunciare a Bill Pullman nelle vesti di Presidente degli Stati Uniti.I flop e le rinunceDisgraziatamente, andrà incontro a un disastro epocale con Godzilla (1998): un flop cinematografico come non se n’erano mai visti prima.

Sì, perché Kanye ne ha fatta una delle sue. Non contento del recente dissing su Twitter contro Wiz Kalifa, Yeezus ha inserito nel suo album una provocazione che potrebbe far tremare il mondo della musica (e non solo quello) dalle fondamenta. Nella traccia Freestyle 4, infatti, Kanye dice “I feel like me and Taylor might still have sex/I made that bitch famous” (non crediamo di dover agevolare traduzione).