Going to Davos right now to get people to invest in the United States, Trump said Wednesday before the overnight flight to Europe. Going to say: into the United States. You have plenty of money. Matera, 21/7/2010 Il gip di Matera, Rosa Bia, ha respinto la richiesta di archiviazione del pubblico ministero Rosanna De Fraia, in merito all sulla morte di Luca Orioli e Marirosa Andreotta, i due studenti universitari trovati morti, la sera del 23 marzo 1988, nel bagno della casa della ragazza, a Policoro (Matera). Il magistrato, accogliendo le istanze presentate dagli avvocati Francesco Auletta e Riccardo Laviola, ha disposto la restituzione degli atti al pm per dar corso a ulteriori indagini e affinché conferisca l a un consulente medico legale. Quest dovrà valutare l di una eventuale nuova riesumazione dei corpi dei due ragazzi, per o escludere l di duplice omicidio sostenuta dai parenti dalle vittime alla base della riapertura delle indagini.

Poi, alle 4 del mattino, hanno bussato alla porta ed arrivata una voce ossessionante.A Chicago Gary e Brooke condividono un appartamento e una vita d’amore, almeno fino a quando lui non rifiuta a lei di lavare i piatti dopo una cena di famiglia. L’incidente casalingo che ha offeso Brooke, divisa e in affanno tra casa e lavoro, nasconde una crisi pi profonda destinata ad aprire le ostilit La guerra si gioca ad armi pari e tira colpi bassi, bassissimi. Gli amici di sempre si schierano a malincuore occupando le trincee dell’uno o dell’altra.

L marchio a passare di mano, ovvero quello di Stella McCartney che Luxottica ha strappato alla Safilo, è costato al gruppo di Padova 60 milioni in termini di capitalizzazione. Un brutto colpo per l di Vittorio Tabacchi che ora rischia di perdere anche altri cavalli della sua scuderia, tra cui le licenze di Gucci, Balenciaga, Alexander Mc Queen, Boucheron e Yves Saint Laurent, i cui contratti sono tutti in scadenza. Quello della McCartney è però solo uno dei tanti casi, della guerra delle griffe che le aziende di occhiali combattono per aggiudicarsi la produzione delle montature degli stilisti di grido.

Volta che dal mio ufficio di fronte guardo casa divento pazza di felicità. Vedere le luci accese a tutte le finestre, sapere che c’è chi si prende cura di ogni minimo dettaglio dopo anni in cui ogni giorno c’era un pezzo di intonaco che cadeva, un lampadario che si sbriciolava, è fantastico. Prima il palazzo cascava a pezzi, e ora è spick and span Arrivabene Valenti Gonzaga non sembra avere rimpianti sulla trasformazione di palazzo Papadopoli in un Aman resort.