About this Item: Government Printing Office, Washington, DC, 1919. Soft cover. Condition: Very Good. Nonostante Anderson abbia negato ogni legame con gli insegnamenti di Scientology e la vita del suo fondatore, la smentita sembra essere più che altro una tattica diversiva. Questa potrebbe davvero essere la prima volta che l’industria cinematografica americana affronta le spinose questioni che circondano la Chiesa: a meno di contare anche il tremendo Battlefield Earth, basato su un romanzo di Hubbard, i cui proventi sono andati a finanziare organizzazioni affiliate a Scientology. Qualunque altra religione è stata, prima o poi, oggetto di qualche forma di critica in forma filmica: l’ebraismo è un peso massimo dell’autoparodia, e gli ebrei hanno fatto della loro fede il bersaglio di una quantità di battute..

But there the president stood, in shirtsleeves in an Albuquerque backyard, talking about his adult decision to become a Christian and riffing on the life and teachings of Jesus of Nazareth, explaining that precepts of Jesus Christ spoke to me in terms of the kind of life that I would want to lead being my brother and sister keeper. President faith narrative notwithstanding, large numbers of Americans are still telling public opinion researchers that they think the president is a Muslim. The questions about the president religious convictions come as the country gropes for some common wisdom about today religious diversity..

Non sorprende quindi che una conversazione con il cantante venezuelo americano sia ricca di paradossi. “Mea culpa, mea culpa. Ti stai suicidando dalla noia?”, ci domanda al telefono dopo essersi speso in una lunga lode del registratore anni Ottanta utilizzato per dare un’impronta vintage all’album in uscita a marzo.

In tour teatrale negli Stati Uniti in “The Cryptogram” di David Mamet, impressiona niente meno che Al Pacino, che la vuole al suo fianco sul set di City Hall (1996) di Harold Becker, thriller in cui la Duncan incarna la moglie di un Al Pacino in versione sindaco di New York che vuole diventare governatore, ma un’inchiesta su uno scontro a fuoco rischia di rovinargli la reputazione. Dopo questa prima buona prova americana, l’attrice scozzese torna a Londra per incarnare personaggi a cui è più avvezza, come quelli di Hippolyta e Titania nell’adattamento cinematografico dello shakespeariano Sogno di una notte di mezza estate (1996), o quello di Lady Markby in Un marito ideale (1999), film tratto dall’omonima commedia di Oscar Wilde.Gli anni DuemilaVoce del droide TC 14 in Star Wars: Episodio I La minaccia fantasma (1999) di George Lucas, quarto film della celeberrima saga fantascientifica, la Duncan incarna Mrs. Price in Mansfield Park (1999), adattamento cinematografico dell’omonimo romanzo di Jane Austen.