Meno di moda. Ma al cinema italiano ha dato eleganza, stile e charme. Aveva una sua esclusiva. Pallone sistemato con cura, rincorsa breve, traiettoria all’incrocio e braccia al cielo. E senza corsa a perdifiato per tutti gli angoli dello stadio. Sì, Aleksandr Golovin ha segnato il suo primo gol di sempre in un Mondiale dopo una partita da incorniciare, ma non sembra tradire troppe emozioni.

Geburtstag 38 URANIA Mosaik 40 Der Lebensweg der Sonne 44 DDR Handelspartner. Kuba 46 URANIA Mosaik 48 Die Erkundung des ., Blauen Kontinents 52 VDR Laos Auf dem Weg in die Zukunft 58 Bildmosaik 60 Als Botaniker in der Tatra unterwegs 64 Minsk Gespr eine aufstrebende Stadt 66 Klassiker aktuell Zu W. I.

Cerca un cinemaCerca un cinemaCerca un cinemaEd è proprio in un piccolo albergo che si svolge la storia di Frulein Un fiaba d’inverno, la prima regia di Caterina Carone, una commedia intima che ci racconta la solitudine e l’amicizia. Regina, chiamata da tutti in modo dispregiativo frulein (in questo caso sta per zitella e non semplicemente signorina) è una ragazza un po’ trascurata, scontrosa e solitaria che vive nel suo hotel ormai dismesso. Le cose cominciano a cambiare quando Walter, interpretato da Christian De Sica, arriva proprio in quell’albergo con la speranza di rivivere il suo passato.

Gupta. 6. Lal Pande. Come previsto dal’iter formativo di tanti attori, il passaggio dai palchi newyorkesi di Broadway (all’interno della Classic Stage Company) è una tappa obbligata e preziosa per affinare le proprie doti recitative. L’esordio davanti alla cinepresa avviene in televisione, attraverso fugaci apparizioni in fiction e serie celebri come Sex and the City. Agli inizi degli anni duemila il cinema è solo un intermezzo, come conferma il cameo nella commedia romantica Qualcuno come te (2001).

Questa proposta è stata una sorpresa anche per noi, spiega De Vecchi, quando ci siamo visti piombare in azienda l’amministratore delegato della Baush+Lomb Italia, Riccardo Carbucicchio, stentavo a crederci. La loro intenzione è quella di proporre un occhiale che sarà utilizzato soprattutto per alleviare il problema della fotosensibilità post operatoria dopo un intervento di chirurgia refrattiva. Si tratta di operazioni, oggi effettuate soprattutto con il laser, usate per correggere, intervenendo sulla cornea o sul cristallino, i vizi refrattivi dovuti a un difetto di focalizzazione delle immagini sulla retina; in pratica la miopia, l’ipermetropia e l’astigmatismo..