Times, Sunday Times (2016)Other than that, they require only the same safety equipment as a regular bike and can be used anywhere you would normally cycle. Times, Sunday Times (2016)Much of the medical equipment is gone. Times, Sunday Times (2012)The company is considering whether to replace these machines with newer equipment.

Umi è una ragazza di 16 anni, vive con la nonna e i fratelli a Yokohama, in una grande casa in cima alla “collina dei papaveri”, a ridosso del porto. Ogni giorno issa due bandiere di segnalazione marittima, come le aveva insegnato il padre scomparso. Shun è un ragazzo di 17 anni, tutte le mattine arriva al porto con il padre adottivo e vede le bandiere alzarsi.

Si racconta che le prime sere, tornando a casa, Giovanni Galli passasse ore disteso a fissare il soffitto. La moglie si allarma: “Che succede Giovanni?”. “Sto pensando che domani lo devo rivedere”. Fra le fiction più d’autore, segnaliamo Resurrezione (2001) dei fratelli Paolo e Vittorio Taviani e Con le unghie e con i denti (2004).Le regieMa la Ponziani non si occupa solo di recitazione, ha infatti diretto tre cortometraggi (Scherzo di un do minore, La nota stonata, Cattiva condotta) e un film L’ultimo mundial (1999) accanto a Tonino Zangardi e con Alessandro Haber, Armando De Razza, Mario De Candia e Mino Reitano.In completo celeste e calzini a righe fluorescenti, Giuseppe Cirillo se ne va a zonzo per il suo film, Impotenti esistenziali mosso dall’urgenza di redarguire l’Italietta del perbenismo ingiustificato. Lo accompagnano Antonella Ponziani, Alvaro Vitali e Tinto Brass, nel ruolo dell’editore De Fortis che, sulle testate di sua proprietà, contesta apertamente l’attività di educatore sessuale di Cirillo.Alla prima esperienza cinematografica, scambiando spesso e volentieri il set per il palcoscenico di un comizio elettorale, il regista ci dice e ci ripete senza sosta che dobbiamo uscire dalla gabbia delle inibizioni e vivere la vita in libertà di coscienza. La conferenza stampa di presentazione del film che uscirà inizialmente in 20 copie è l’occasione, per il professor Cirillo, per tenere un’altra piccola lezione e ribadire il concetto..

Lo stesso anno, è accanto a Sidney Poitier ne I signori della truffa (1992) e dal libro omonimo di Richard N. Goodwin firma un altro piccolo gioiello del cinema: Quiz Show (1994) con Martin Scorsese in veste di attore, che lo travolgerà con un’ondata di nomination agli Oscar e ai BAFTA. Vincitore del premio Cecil B.

il primo regista a parlare di LSD quando ultima lo strano Il serpente di fuoco (1967), viaggio allucinogeno di Dennis Hopper e Peter Fonda in un trip artistico, seguono Assalto finale (1967) con Harrison e Glenn Ford, Target Harry (1969) con la magnifica Charlotte Rampling, De Sade (1969) con John Huston e Il clan dei Barker (1970) con Robert De Niro.Il ritorno alle scene negli Anni NovantaPoi una lunga pausa e il ritorno alle scene dopo 19 anni di assenza, con la messa in scena di una rilettura del mito di Mary Shelley in chiave moderna: Frankenstein oltre le frontiere del tempo (1990) con John Hurt, Raul Julia, Bridget Fonda e Jason Patric.L’affetto di Jonathan Demme e degli altri autoriA Corman, come potete notare, si deve tutto. E i suoi allievi lo ringraziano ognuno inserendolo come attore nei loro film. Dopo un debutto nel film di Wyott Ordung Monster from the Ocean Floor (1954), Francis Ford Coppola lo vuole come senatore ne Il padrino Parte seconda (1974) accanto ad Al Pacino, Robert Duvall e Robert De Niro, il suo fan Wim Wenders lo sceglie come avvocato per Lo stato delle cose (1982), ma l’affetto maggiore glielo riserva Jonathan Demme che lo inserisce quasi in tutte le sue pellicole, da Tempo di swing (1984) con Goldie Hawn a Il silenzio degli innocenti (1991) con Anthony Hopkins e Jodie Foster, da Philadelphia con Denzel Washington, Tom Hanks e Antonio Banderas a The Manchurian Candidate (2004) con Meryl Streep, fino a Rachel sta per sposarsi (2008).L’Oscar alla carrieraE in ultimo, finalmente il riconoscimento maggiore che potesse sognare.