impossibile non amare Bobby, così naive e pronto a dare amore a chiunque gli stia accanto,. Il tempo passa, i ragazzi crescono: Jonathan si è scoperto gay e si è trasferito a New York, Bobby fa il pasticciere a Cleveland. Quando Alice, la mamma di Jonathan, si trasferisce col marito, Bobby raggiunge Jonathan a New York e conosce Clare, che vive nella stessa casa.

Dopotutto la sua opera di rebutto aveva guadagnato in casa più soldi di Jurassic Park! Oppure che ci lasciasse affascinare da un intreccio da thriller, dato che fra tutti i film americani, sembra essere l’unico genere in cui ha dato il meglio di se stesso, sempre che si abbia una buona sceneggiatura alle spalle (ovvio!). Ci piace infatti quella regia fosca, introversa quasi patologica che riesce a conferire alle detective story americane, richiamando un po’ Chandler ed Ellroy, appassionandosi alle morbosità e ai ritmi di un assassino e quindi al senso esistenziale ed essenziale del Male. Invece, sembra proporci ammorbanti action movie hollywoodiani che costano molto, ma sono fiaschi al box office.

Ilan Ben Natan è un noto docente di astrofisica dell’Università di Haifa, ha una sessantina d’anni ed è sposato con Naomi, un’avvenente 28enne illustratrice di libri. Incline al sospetto, scopre di essere tradito e si trova ad affrontare l’amante della moglie, Oded Safra, un pittore filmaker più giovane di lui. Nel corso della discussione, lo scienziato uccide il rivale e porta via il corpo nel bagagliaio dell’auto.

Times, Sunday Times (2016)Miss Dean thinks it was probably a rabbit hole as the others would be large enough for a small dog to get out of. Times, Sunday Times (2016)That he is trying to teach old dogs new tricks. The Sun (2011)Many cat and dog treats are just as calorific as the junk food made for their owners.

Tutto troppo eccessivo, barocco, insistente nelle coincidenze. Si arrivò addirittura a lamentarsi perché, quando 21 grammi fu presentato al pubblico, nessuno fischiò, ma al contrario venne trattato con molto rispetto! Peccato che la critica statunitense veda il punto forte del film proprio nella narrazione a mosaico, in quel mescolare i diversi piani temporali e nella ripetizione degli stessi avvenimenti, spostandone l’ottica. E a dimostrazione di questo, 21 grammi ottiene molti premi, fra cui la Coppa Volpi a Sean Penn, ma soprattutto il paragone con quel capolavoro di crudeltà e disperato rigore che era Greed (1924) di Erich von Stroheim.Il capolavoro: BabelMa la riprova che 21 grammi fu un trionfo, arriva dalla totale fiducia che Hollywood dà a Inarritu quando gli chiede di girare un nuovo film.