Archiviata con disonore la voce di un Nicola Gratteri candidato (il magistrato ha respinto con sdegno i rumors diffusi dai renziani), prevalgono gli appetiti. Demetrio Naccari Carlizzi, l’uomo che con le sue denunce ha dato il via al processo Fallara, ha annunciato la sua candidatura, ma è azzoppato. Una inchiesta sulla sanità reggina lo vede al centro dello scandalo per la promozione della moglie in un ruolo dirigenziale.

Per la famiglia White è un giorno come un altro, intenti a prepararsi per andare a scuola e al lavoro, non sanno che alla fine della giornata la loro vita cambierà drasticamente. Tom è ormai arrivato al culmine della sopportazione per una vita borghese che non gli appartiene fatta di umiliazioni continue sul posto di lavoro e di una profonda frustrazione che finisce per portarlo al collasso davanti ai suoi colleghi. La famiglia lo aspetta a casa per cena, ma Tom inizia a vagare nei bassifondi della città a contatto con mondi e situazioni che non gli appartengono.

L’Iran dunque sale a 3 punti in classifica e si candida come possibile rivale di Portogallo e Spagna, anche se francamente non sembra in grado di reggere il confronto; il Marocco si lecca le ferite ma sa che adesso sperare nella qualificazione agli ottavi è già diventato quasi impossibile. Adesso si avvicina appunto il big match tra Portogallo e Spagna a Sochi, sperando che le emozioni arrivino anche prima del 90′ e dintorni (Aggiornamento di )Vittoria in extremis ma certamente meritata per l’Uruguay contro l’Egitto nella prima partita odierna ai Mondiali 2018 in corso in Russia. La rete che ha dato i primi tre punti in classifica nel girone A alla Celeste dell’eterno Oscar Washington Tabarez sono arrivati grazie a un colpo di testa vincente del difensore José Gimenez a pochissimo dallo scadere: Gimenez non è certo nuovo ai gol di testa, anche nell’Atletico Madrid di Simeone è una soluzione importante e oggi è stato decisivo per l’Uruguay, che stava attaccando ormai da molto tempo ma non trovava la via della rete in una giornata storta per i suoi due attaccanti di spicco.

Nella scena del club in cui Art3mis e Parzival, gli avatar virtuali di Wade e Samantha, si danno il loro primo appuntamento e ballano insieme, sfidando ogni legge di gravità e fluttuando nel vuoto all’interno del gioco, non può mancare il classico della musica disco: Stayin’ Alive dei Bee Gees, indimenticabile colonna sonora de La febbre del sabato sera, il film del 1977 di John Badham che lanciò John Travolta. un brano simbolo della disco music, degli anni Settanta, del ballo in genere. I Bee Gees la scrivono quando il film è un semplice progetto, senza ancora un titolo.