In quegli anni non c’erano né Ong sul territorio, né una particolare attenzione mediatica. Le campagne del profondo Sud erano letteralmente al buio. In pochissimi avevano a cuore la sorte di lavoratori senza volto, nome, documenti. Un vero e proprio successo. Ma Fraser non riesce ancora a sfondare definitivamente, gli manca il film della sua vita e finalmente, dopo Sbucato dal passato (1999) con Christopher Walken, la grande occasione arriva. Stephen Sommers lo vuole per interpretare l’avventuriero ne La mummia (1999) con Rachel Weisz, Arnold Vosloo e John Hannah.

Nel 2016 aprono invece il Festival di Berlino con la storia ambientata nella Hollywood degli anni ’50 Ave, Cesare!, in cui schierano ancora una volta George Clooney, Frances McDormand, Josh Brolin, insieme a Channig Tatum, Tilda Swinton e Ralph Fiennes.Intelligente, brillante, geniale, innegabilmente diverso ogni volta che posa il suo occhio sul mirino della cinepresa e straordinariamente originale, convince quasi sempre. La sua messa in scena è fin troppo perfetta e se non fosse per le venture bizzarre che scorrono come vasi sanguigni pompando personaggi fortemente caratterizzati nei suoi film quella sua misura nei tocchi, quel suo estremismo e quella sua veridicità verrebbe sicuramente meno. nell’eccesso che Coen mostra la verosimiglianza con la realtà, nella narrazione di un mondo che è in salute e normalissimamente spietato.

In sella ad un ronzino giallastro, Brancaleone da Norcia, cavaliere fanfarone e dai pochi meriti, guida un’improbabile compagnia di miserabili alla conquista del feudo di Aurocastro nelle Puglie. Sulla strada vivranno mille peripezie, tra una vedova impaziente e una verginella preda dei briganti, si uniranno alla combriccola anche l’ambiguo Teofilatto e un fabbro aspirante suicida. Una volta raggiunta la meta, dopo essere stati quasi impalati dai pirati saraceni, Brancaleone e compagni si vedranno condannati al rogo come usurpatori dal vero signore del feudo, sebbene il tempestivo intervento del monaco Zenone riuscirà a salvare la situazione.

Come sfrutter questo dono?Commedia originale e romantica, affronta il tema, pi che del viaggio, del tempo, non del tempo qualunque, ma del tempo sfruttato per amare.Cosa faresti se avessi il dono di viaggiare nel tempo? Quali sono i giorni che vorresti vivere due volte? Cosa cambieresti nel tuo passato?Il film di tempo di Richard Curtis non inventa nulla di nuovo, eppure tratta il viaggio nel tempo in modo originale e senza effetti speciali. L e goffo protagonista, Tim interpretato da Domhnall Gleeson, scopre a 21 anni che tutti i maschi della loro famiglia possono viaggiare nel tempo, solo nel passato. Come sfrutter questo dono?Commedia originale e romantica, affronta il tema, pi che del viaggio, del tempo, non del tempo qualunque, ma del tempo sfruttato per amare..